19/10/2023

Affitti brevi turistici: le novità in arrivo

Il Ministero del Turismo ha depositato una nuova proposta di legge, con diverse novità su limiti, regole e sanzioni per gli affitti brevi. L’obbiettivo della riforma è “fornire una disciplina uniforme a livello nazionale nonché di contrastare il fenomeno dell'abusivismo nel settore”. In particolare si prevede:

  • Numero minimo di notti: la proposta prevede la durata minima di almeno due notti per gli affitti brevi, i pernottamenti di una notte saranno consentiti solo alle strutture alberghiere. Per chi non rispetta questo vincolo temporale, sono previste multe fino a 5mila euro

  • Obbligo del codice identificativo nazionale “CIN”: il Ministero del turismo dovrà assegnare, con una procedura automatica, un codice ad ogni unità immobiliare ad uso abitativo oggetto di locazione per finalità turistiche. Le locazioni di immobili ad uso abitativo per finalità turistiche prive di “CIN” è prevista la sanzione pecuniaria da 800 euro a 8.000 euro.

  • Requisiti degli immobili: gli appartamenti utilizzati per le locazioni turistiche dovranno rispettare i requisiti previsti per gli alberghi igienico-sanitari e di sicurezza. Questo riguarda, ad esempio, la normativa antincendi, avere tutti gli impianti a norma con la segnaletica di sicurezza e anche con dispositivi per la rilevazione del monossido di carbonio.

  • Regime fiscale: sono ammessi solo due appartamenti dello stesso proprietario al regime fiscale agevolato della cedolare secca, anziché i quattro precedenti; oltre il limite di due appartamenti si presume che l'attività venga svolta in forma imprenditoriale con l’obbligo di apertura della partita IVA.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

12/06/2024

Definizione agevolata dei PVC

Il contribuente che riceve un processo verbale di constatazione (“PVC”) può scegliere di definire le violazioni accertate con sanzioni particolarmente ridotte, secondo quanto previsto della riforma dell’accertamento (Dlgs n. 13/2024). La novità si ...
 
 

11/06/2024

Cedolare secca per l’immobile abitativo locato ad una impresa

Per la Cassazione il locatore persona fisica "privato" può optare per l'applicazione della "cedolare secca" anche per i contratti di locazione di immobili abitativi stipulati con imprese, sempreché sia rispettata la destinazione ad uso abitativo ...
 
 

10/06/2024

Crediti 4.0 & ricerca e sviluppo, disponibili i modelli per le comunicazioni


Sono stati resi disponibili sul sito del Gestore dei Servizi Energetici (GSE) i modello per comunicare i dati degli investimenti 4.0 e delle attività di ricerca e sviluppo, che si intendono effettuare dal 30 marzo scorso, nonché di quelli ...
 
 

04/06/2024

IMU/IMI, versamento della prima rata 2024

Il versamento dell’IMU/IMI 2024 va effettuato in 2 rate, la prima entro il 16 giugno e la seconda (a saldo) entro il 16 dicembre, con facoltà per il contribuente di provvedere al versamento dell'imposta dovuta in un'unica soluzione, da corrispondere ...
 
 
 
Contattaci