20/02/2024

Contributi per servizi di commercio di vicinato: domande entro aprile

Anche per quest’anno gli esercizi commerciali che offrono un "servizio di vicinato" possono richiedere un contributo provinciale. Tali esercizi gestiscono punti vendita al dettaglio nelle aree rurali con un'ampia scelta di alimenti freschi e a lunga conservazione, nonché beni di uso quotidiano. Si trovano in paesi con almeno 150 abitanti. Il servizio di consulenza aziendale offre assistenza per la presentazione delle domande.

Requisiti
In un paese con almeno 150 abitanti in un'area classificata come strutturalmente svantaggiata secondo l'allegato A delle linee guida di finanziamento applicabili, possono essere mantenuti anche i seguenti requisiti
  • due esercizi commerciali locali o
  • un esercizio di commercio di vicinato e un altro esercizio di vendita al dettaglio con un assortimento adeguato di prodotti alimentari.

Ulteriori requisiti di base:
  • Fatturato medio annuo IVA negli ultimi tre anni di un massimo di 450.000,00 euro;
  • Un massimo di tre dipendenti a tempo pieno, compresi i titolari, gli apprendisti e i familiari che lavorano nell'attività. Nel caso di questi ultimi, non si tiene conto del coniuge e dei parenti del titolare fino al secondo grado in linea retta;
  • superficie di vendita di massimo 150 m²;
  • orario di apertura giornaliero superiore a tre ore per sei giorni alla settimana.


Importo del contributo

Per il mantenimento dell'unico esercizio di commercio di vicinato è previsto un contributo annuale massimo di 13.000 euro e maggiorazioni per una serie di servizi speciali aggiuntivi (fino a un massimo di 15.000 euro). Se i fondi previsti nel bilancio annuale non sono sufficienti, gli importi del contributo saranno ridotti in proporzione.

Scadenze

  • Le domande devono essere presentate entro il 30 aprile 2024 ed esclusivamente online utilizzando lo SPID, tramite il relativo servizio di e-government dell'amministrazione statale su myCivis.
  • Per le nuove aperture, la presentazione è possibile fino al 31 agosto 2024.


Pubblicazione dei contributi
Ricordiamo di adempiere all'obbligo di pubblicazione dei contributi introdotto dalla Legge 4 agosto 2017, n. 124. L'obbligo di pubblicazione consiste nel pubblicare sui propri siti web o portali digitali le informazioni relative alle sovvenzioni, ai sostegni, ai benefici economici, ai contributi o agli aiuti ricevuti dai beneficiari nell'anno precedente da parte delle autorità pubbliche o di organismi equivalenti di qualsiasi tipo. Se non avete ancora pubblicato i contributi ricevuti negli anni precedenti dall'introduzione della legge, vi consigliamo di farlo al più presto.
L'Unione offre ai soci la possibilità di pubblicare i contributi annuali sul proprio sito web. A tal fine, si prega di compilare l'apposito modulo (alla voce download di questa pagina) e di inviarlo al seguente indirizzo e-mail: pr@hds-bz.it.
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Florian Gasteiger

Consulenza aziendale
Collaboratore
Sede: Bolzano
 
T: +39 0471 310 452
E-mail:
 
 
 
 
 

Daniela Kofler

Consulenza aziendale
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 307
E-mail:
 
 
 
 
 

Sylvia Schwienbacher

Consulenza aziendale
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 460
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

28/03/2024

Partecipazione a fiere: guida ai contributi provinciali

Alle aziende viene rimborsato il 50% dei costi per la partecipazione alle fiere. L’agevolazione all'economia provinciale concede anche per i prossimi due anni una serie di contributi per l'internazionalizzazione. In questo articolo, i consulenti ...
 
 

01/03/2024

La pianificazione di un passaggio generazionale aziendale richiede 5 anni

State pianificando il passaggio della vostra azienda alla nuova generazione? In Alto Adige sono circa 40.000 le aziende che si trovano ad affrontare questa sfida, di cui oltre 7.000 gestite da persone di età superiore ai 62 anni. Considerando ...
 
 

16/02/2024

Finanziamenti per le aziende: fino al 50% per la consulenza e la diffusione di conoscenze

Le aziende possono richiedere un finanziamento provinciale per la consulenza e la diffusione di conoscenze. Anche per i prossimi due anni è previsto un pagamento tra il 30 e il 50% della spesa totale. Il contributo si applica alle imprese iscritte ...
 
 

02/02/2024

Investire nella mobilità elettrica conviene

Auto, scooter, biciclette cargo e stazioni di ricarica domestiche: continuano gli incentivi della Provincia per le aziende che intendono investire nella mobilità elettrica nel 2024. La domanda va presentata prima dell'inizio del progetto di ...
 
 
 
Contattaci