23/01/2024

Forfettari: verifiche di fine anno e obbligo di fatturazione elettronica

Con la chiusura del periodo di imposta 2023, i contribuenti in regime forfetario devono verificare le condizioni per poter applicare il regime anche nell’anno di imposta 2024. In particolare, si segnalano alcuni tra i requisiti richiesti per permanere nel regime agevolato.

Il contribuente non deve nell’anno precedente:
  • aver conseguito ricavi/compensi, ragguagliati ad anno, superiori a 85.000 euro;
  • aver sostenuto spese per determinati rapporti di lavoro per un importo superiore a 20.000 euro;
  • aver percepito redditi di lavoro dipendente e assimilati oltre euro 30.000; la verifica di tale soglia è irrilevante se il rapporto di lavoro è cessato.

L’eventuale fuoriuscita dal regime nel 2024 comporta, oltre all'applicazione della tassazione ordinaria IRPEF, anche alcune ulteriori conseguenze, quali:
  • effettuazione degli adempimenti IVA ordinari ed istituzione dei registri contabili;
  • assoggettamento a ritenuta d’acconto se professionista;
  • decadenza dalla riduzione contributiva del 35% per iscritti alla gestione artigiani e commercianti.
Si ricorda che dal 1° gennaio 2024 anche i contribuenti in regime forfettario inizialmente esclusi dall’obbligo di fatturazione elettronica introdotto dal 1° luglio 2022, dovranno predisporre le fatture in formato elettronico ed inviarle al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate.

Fino a fine 2023 era possibile continuare ad emettere i documenti in formato cartaceo per i contribuenti che avevano conseguito, nel periodo 2021, ricavi o percepito compensi, ragguagliati ad anno inferiori a 25.000 euro.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/06/2024

Bilanci degli ETS, deposito entro giugno

Entro il 30 giugno 2024 gli enti del terzo settore devono depositare il bilancio dell’anno 2023 all’interno della piattaforma RUNTS, unitamente al verbale di approvazione da parte dell’assemblea dei soci (convocata nei termini previsti dallo ...
 
 

17/06/2024

In arrivo lettere di compliance per aiuti di stato 2020

L’Agenzia delle Entrate sta inviando specifiche comunicazioni dedicate alle anomalie riscontrate alla mancata registrazione degli aiuti di Stato / “de minimis” nei registri RNA, SIAN, SIPA a seguito dell’indicazione, nel prospetto “Aiuti di Stato” ...
 
 

12/06/2024

Definizione agevolata dei PVC

Il contribuente che riceve un processo verbale di constatazione (“PVC”) può scegliere di definire le violazioni accertate con sanzioni particolarmente ridotte, secondo quanto previsto della riforma dell’accertamento (Dlgs n. 13/2024). La novità si ...
 
 

11/06/2024

Cedolare secca per l’immobile abitativo locato ad una impresa

Per la Cassazione il locatore persona fisica "privato" può optare per l'applicazione della "cedolare secca" anche per i contratti di locazione di immobili abitativi stipulati con imprese, sempreché sia rispettata la destinazione ad uso abitativo ...
 
 
 
Contattaci