28/12/2022

Il contratto di agenzia per gli agenti di commercio: attenzione alle clausole

Il rapporto di agenzia stabilisce i diritti e gli obblighi dell'azienda e dell'agente di commercio, e si basa sulla conclusione di un contratto tra le parti. Il contratto va attentamente esaminato prima della sua conclusione, per evitare malintesi e controversie. È consigliato informarsi dettagliatamente sulle possibili clausole in riferimento al rispettivo contratto collettivo già prima di firmarlo.

I contratti collettivi offrono maggiore tutela
La figura dell'agente di commercio è generalmente disciplinata dal Codice Civile, ma in Italia si applicano anche i contratti collettivi (ad esempio del settore commercio o dell'industria). Tuttavia, questi si applicano al rapporto contrattuale solo se esplicitamente richiamati nel contratto d’agenzia. Esistono differenze tra il Codice Civile e i contratti collettivi, ad esempio per quanto riguarda i periodi di preavviso o il calcolo delle indennità dovute. In linea di principio, l'agente commerciale è maggiormente tutelato quando viene applicato il rispettivo contratto collettivo.

Diritti e obblighi
Fra gli obblighi dell’agente di commercio rientrano
  • Tutelare gli interessi della casa mandante.
  • Agire sempre con lealtà e in buona fede.
  • Seguire le istruzioni del mandante.
  • Raccogliere informazioni sulla situazione del mercato nella zona a lui affidata.

Fra i diritti dell’agente di commercio rientrano:
  • Ricevere da parte della ditta mandante tutta la documentazione e le informazioni necessarie relativamente ai prodotti o servizi oggetto del contratto.
  • Ricevere informazioni su tempi di consegna dei prodotti ordinati dai clienti e, se del caso, di eventuali ritardi o impedimenti nell'esecuzione del contratto.

La ditta mandante ha l’obbligo di informare l'agente dell'esito degli affari da lui promossi, entro un termine ragionevole, sia in caso di accettazione che di rifiuto. Inoltre, la mandante ha i seguenti obblighi:
  • Fornire all'agente un resoconto degli affari conclusi e delle provvigioni che ne derivano.
  • Corrispondere all’agente le provvigioni nei tempi previsti.
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Lisa Baumgartner

Consulenza legale
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 423
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/12/2023

Buoni regalo: una guida chiara e semplice!

Il nuovo anno inizia spesso con una montagna di buoni regalo. E con essi tutta una serie di domande e incertezze. Cosa succede se il buono regalo scade prima di essere utilizzato? Chi può utilizzarlo? E che dire di cambi e rimborsi? Gli esperti di ...
 
 

21/11/2023

Mai più senza

Iniziative per il Black Friday e il periodo di Natale fanno sorgere spesso domande su garanzie e cambio merce. Ma anche per le lunghe telefonate degli operatori telefonici e le fatture aperte dei clienti sarebbe utile essere affiancati da un ...
 
 

09/10/2023

Whistleblowing: si avvicina il termine per l'adeguamento

Le aziende del settore privato con più di 50 dipendenti sono obbligate ad adeguarsi alla normativa prevista. Le aziende fino a 249 dipendenti hanno ancora tempo fino al 17 dicembre 2023; per le aziende più grandi, il termine per ...
 
 

26/09/2023

Videosorveglianza in azienda: come funziona?

Chi viene videosorvegliato va informato su modalità, finalità e tempistiche del trattamento dei dati. Le informazioni vanno esposte su appositi cartelli nei pressi dell’area videosorvegliata e devono risultare dall’informativa sulla privacy.
 
 
 
Contattaci