10/11/2022

IMU, esenti i coniugi che risiedono in case diverse

La Corte costituzionale, con la sentenza 209/2022, ha giudicato illegittima la norma contenuta nella legge istitutiva dell’IMU che vieta a due coniugi di fruire dell’esenzione IMU su entrambe le abitazioni quando ognuno dei due possegga un alloggio dove risiede e dove ha dimora abituale. Per qualsiasi possessore di immobili, quindi, è possibile fruire dell’esenzione IMU a patto di avere residenza anagrafica e dimora abituale nella casa, anche se il convivente o coniuge ha residenza e dimora in un’altra abitazione, anche se nello stesso Comune.

La sentenza, tuttavia, non influisce sull’obbligo di versare l’IMU per le seconde case; l’IMU resta dovuta se non è possibile stabilire con certezza che in una delle due case un coniuge abbia realmente residenza e dimora abituale (a tal fine possono ad esempio essere utilizzate le spese sostenute relative alle utenze).

Le norme dichiarate “illegittime” cessano di avere efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione stessa: quanto deciso con la sentenza richiamata ha quindi effetti a partire dall'anno 2022. Di conseguenza, ai fini del pagamento del saldo 2022, tali modifiche potranno riflettersi anche sul calcolo dell'imposta dovuta per il secondo semestre anche conguagliando quanto versato in sede di acconto.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

17/04/2024

Credito di imposta Transizione 5.0

Un recente decreto-legge introduce il nuovo credito d’imposta “transizione 5.0” che prevede un credito di imposta fino al 45% per le aziende che investono nella doppia transizione ecologica e digitale. L’agevolazione consiste in un credito di ...
 
 

15/04/2024

Comunicazione delle operazioni legate al turismo

In deroga al limite dell'uso del contante, i commercianti al dettaglio e le agenzie di viaggio possono incassare in contanti gli acquisti effettuati da turisti stranieri non residenti in Italia entro il limite di 15mila euro. In particolare, ...
 
 

12/04/2024

Agenti di assicurazione: la ritenuta per le provvigioni percepite parte con aprile

La legge di Bilancio 2024 ha previsto l’abrogazione dell’esonero dalla ritenuta d’acconto sulle provvigioni percepite dagli agenti e dai mediatori di assicurazione per le prestazioni rese alla compagnia assicurativa. La disposizione si applica a ...
 
 

10/04/2024

Nomina organo di controllo Srl con approvazione del bilancio

Il codice della crisi ha modificato i limiti per l'obbligo nelle Srl della nomina dell'organo di controllo o del revisore. Le società a responsabilità limitata possono scegliere di nominare il sindaco o il revisore unico, valutando le differenze ...
 
 
 
Contattaci