02/02/2024

Investire nella mobilità elettrica conviene

Tutto ciò che le aziende devono sapere sui contributi regionali

Auto, scooter, biciclette cargo e stazioni di ricarica domestiche: continuano gli incentivi della Provincia per le aziende che intendono investire nella mobilità elettrica nel 2024. La domanda va presentata prima dell'inizio del progetto di investimento. È possibile presentare una domanda per anno e per azienda. Il sostegno è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto, tenendo conto della "regola de minimis" (Regolamento UE n. 2023/2831). Il pagamento viene effettuato dopo l'attuazione dell'investimento, sulla base del rendiconto finale e a condizione che il progetto realizzato corrisponda a quello indicato nella domanda di contributo. La consulenza aziendale offre alle aziende sostegno e consulenza sui progetti di finanziamento.

I criteri per gli investimenti ammissibili a contributi sono sostanzialmente i seguenti, purché vengano effettuati nell'ambito dell'attività commerciale esercitata in Alto Adige e abbiano un impatto diretto su di essa:
  1. Acquisto o noleggio dei seguenti veicoli per il trasporto di persone della classe M1 e per il trasporto di merci delle classi N1 e N2: a) veicoli elettrici a batteria BEV, veicoli a celle a combustibile H2 FCEV e veicoli elettrici a batteria con Range Extender (BEV con REX) con una capacità di batteria di almeno 15 kWh; questi ultimi veicoli non devono produrre più di 70 g di emissioni di CO2 per km; b) veicoli ibridi plug-in PHEV; anche questi non devono emettere più di 70 g di CO2 per km.
  2. Acquisto o noleggio di veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote delle classi L1e-B, L2e, L3e, L5e e L6e o di veicoli elettrici pesanti a quattro ruote della classe L7e.
  3. Acquisto di biciclette cargo con o senza motore elettrico ausiliario (L1e-A), con un peso totale consentito di almeno 150 kg e progettate esclusivamente per il trasporto di materiali e merci.
  4. Acquisto e installazione di stazioni di ricarica domestiche per veicoli elettrici o conclusione di contratti di vendita con riserva di proprietà. Questi contratti hanno una durata massima di nove anni.
Gli investimenti menzionati devono essere "nuovi di fabbrica". Non sono ammissibili a contributi gli investimenti che sono oggetto di attività commerciale o destinati alla locazione.

Ulteriori informazioni su civis.bz.it
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Florian Gasteiger

Consulenza aziendale
Collaboratore
Sede: Bolzano
 
T: +39 0471 310 452
E-mail:
 
 
 
 
 

Sylvia Schwienbacher

Consulenza aziendale
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 460
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

19/06/2024

Inizia con il nostro pacchetto start-up

Hai da poco fondato la tua azienda o stai pensando di fare questo passo e hai tante domande e incertezze? Il nostro servizio di consulenza aziendale è qui per aiutarti. Con il nostro "pacchetto start-up" appositamente sviluppato, ti offriamo un ...
 
 

23/05/2024

Formazione: come sfruttare le nuove opportunità di finanziamento

Dal 2024 al 2026, le imprese e i lavoratori autonomi dell'Alto Adige hanno un'ottima opportunità di usufruire di un sostegno finanziario per le misure di formazione continua. L’iniziativa si rivolge a tutte le imprese iscritte al registro delle ...
 
 

28/03/2024

Partecipazione a fiere: guida ai contributi provinciali

Alle aziende viene rimborsato il 50% dei costi per la partecipazione alle fiere. L’agevolazione all'economia provinciale concede anche per i prossimi due anni una serie di contributi per l'internazionalizzazione. In questo articolo, i consulenti ...
 
 

01/03/2024

La pianificazione di un passaggio generazionale aziendale richiede 5 anni

State pianificando il passaggio della vostra azienda alla nuova generazione? In Alto Adige sono circa 40.000 le aziende che si trovano ad affrontare questa sfida, di cui oltre 7.000 gestite da persone di età superiore ai 62 anni. Considerando ...
 
 
 
Contattaci