16/01/2024

Locazioni brevi, codice identificativo nazionale “CIN”

Il decreto collegato alla legge di bilancio (DL “Anticipi”) prevede l’introduzione del “codice identificativo nazionale” (CIN), per le unità immobiliari ad uso abitativo destinate alla locazione per fini turistici e gli immobili destinati alle locazioni brevi nonché le strutture turistico-ricettive alberghiere ed extra alberghiere.

Il CIN viene assegnato a seguito di una richiesta telematica da parte del locatore / soggetto titolare della struttura turistica ricettiva e dovrà essere:
  • esposto all'esterno dello stabile in cui è collocato l'appartamento / struttura, assicurando il rispetto di eventuali vincoli urbanistici e paesaggistici;
  • indicato in ogni annuncio ovunque pubblicato e comunicato;
  • indicato dai soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare o che gestiscono portali telematici negli annunci ovunque pubblicati e comunicati.
A carico dei soggetti in esame trovano applicazione anche gli obblighi previsti dall'art. 109, TULPS e dalle normative regionali / provinciali (comunicazione alla questura).

L'Agenzia delle Entrate e la GdF effettuano specifiche analisi di rischio per individuare i soggetti da sottoporre a controllo; in caso di mancata esposizione o assegnazione del CIN sono previste sanzioni particolarmente elevate. Introdotti infine specifici obblighi in materia di sicurezza degli impianti, prevedendo la necessità che le unità immobiliari locate siano dotate di dispositivi per rilevazione del gas e estintori portatili.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

22/02/2024

Criteri dimensionali delle imprese e novità Enasarco

Un recente direttiva UE, aggiorna i criteri dimensionali applicabili alle microimprese e alle imprese di diverse dimensioni, comprese le piccole, medie e grandi imprese. I nuovi limiti dipendono dallo stato patrimoniale, i ricavi e il numero dei ...
 
 

19/02/2024

Fatture anno precedente e detrazione IVA

Per le operazioni effettuate nell'ultima parte dell'anno con fattura ricevuta nell'anno successivo, come negli anni scorsi, operano le limitazioni alla c.d. "retro-detrazione" e pertanto, per poter detrarre l'IVA:
 
 

15/02/2024

Dichiarazioni dei redditi “tardive” entro febbraio

La mancata presentazione del modello Redditi/IRAP 2023 (anno 2022) entro i termini ordinari (30 novembre 2023) può essere regolarizzata entro il 28 febbraio 2024 presentando una dichiarazione tardiva e versando la sanzione ridotta pari a 25 euro, ...
 
 

13/02/2024

“Bonus ristoranti 2022”: click day dal 1° marzo

Il “bonus ristoranti” prevede un contributo a fondo perduto destinato a sostenere la ripresa del settore della ristorazione. L’agevolazione è destinata a ristoranti, pasticcerie e gelaterie e prevede un rimborso fino al 70% delle spese agevolabili ...
 
 
 
Contattaci