25/11/2022

Periodo natalizio: la retribuzione nel commercio

Un quadro delle regole per il lavoro straordinario

Le ore di lavoro straordinario nel commercio durante il periodo di Avvento e natalizio vengono retribuite con regole particolari. Il lavoro extra viene pagato in modo diverso a seconda del giorno festivo. Riassumiamo qui di seguito tutte le condizioni.


Domenica, 27 novembre e 4 dicembre, 1a e 2a Domenica d’Avvento

Retribuzione del 140% suddivisa in
    • maggiorazione del 40% sulla quota oraria
    • il restante 100% riposo compensativo che dovrà essere goduto, nell’arco di 14 giorni, per la stessa quantità di ore di lavoro prestate.

Per i dipendenti con l’indennità stagionale dell’8% è prevista una retribuzione del 130% suddivisa come sopra.


Giovedì, 8 dicembre
Retribuzione del 195% suddivisa in
    • maggiorazione del 95% sulla quota oraria
    • il restante 100% andrà ad aumentare, nella stessa quantità di ore lavorate, il numero delle ore di permessi retribuiti previste dal CCNL.

Domenica, 11 e 18 dicembre, Domenica d’Argento e d’Oro

Retribuzione del 195% suddivisa in
  • maggiorazione del 95% sulla quota oraris
  • il restante 100% riposo compensativo che dovrà essere goduto, nell’arco di 14 giorni, per la stessa quantità di ore di lavoro prestate.

Altre domeniche o giorni di riposo
Retribuzione del 140% suddivisa in
  • maggiorazione del 40% sulla quota oraria
  • riposo compensativo che dovrà essere goduto, nell’arco di 14 giorni, per la stessa quantità di ore di lavoro prestate.

Per i dipendenti con l’indennità stagionale del 8% è prevista una retribuzione del 130% suddivisa come sopra.


Apprendisti e giovani

I consulenti dell’Unione Cooperativa servizi ricordano inoltre alle aziende che per i minori devono essere rispettate le seguenti disposizioni in materia di diritto del lavoro:

  • È vietato adibire al lavoro domenicale, notturno e straordinario lavoratori di età inferiore ai 18 anni. Inoltre, si sottolinea che il riposo settimanale dei minori di anni 18 deve essere di almeno 2 giorni, comprendenti la domenica e possibilmente consecutivi.

  • Non possono intraprendere attività lavorativa i giovani che non hanno concluso il periodo di istruzione obbligatoria e che comunque sono minori di 15 anni nel caso di apprendistato, o di 16 anni negli altri casi.
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Lydia Salamon

Paghe e diritto del lavoro
Capoarea CAE e consulente del lavoro
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 320
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

27/03/2024

Nuove tabelle retributive per commercio e servizi da aprile

A seguito della recente firma del nuovo CCNL del commercio e dei servizi, pubblichiamo le tabelle retributive aggiornate. Le modifiche entreranno in vigore dal 1° aprile 2024. Esse riflettono gli attuali adeguamenti della struttura salariale.
 
 

22/01/2024

Aumenta l’indennità di congedo parentale

Già nell’ anno precedente, l'indennità di congedo parentale per un mese è stata aumentata dal 30% all'80% della retribuzione (per coloro che terminavano la maternità/paternità dopo il 31 dicembre 2022).
L'attuale legge di bilancio aggiunge ora ...
 
 

19/01/2024

Modifiche all’IRPEF per il 2024

Il DL n. 216/2023 dispone l’attuazione del “primo modulo” della Riforma fiscale e disciplina la revisione dell’IRPEF e delle detrazioni fiscali: il decreto prevede per l’anno di imposta 2024 la riduzione degli scaglioni di reddito (da 4 a 3) e delle ...
 
 

18/01/2024

Esonero contributi previdenziali per lavoratici madri

Per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026 alle lavoratrici madri di tre o più figli con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, è riconosciuto un esonero del 100% della quota dei contributi ...
 
 
 
Contattaci