28/05/2024

Rivalutazione terreni e partecipazioni 2024

Anche per l’anno 2024 è possibile rideterminare il valore di acquisto di quote e terreni posseduti da persone fisiche, società di persone ed enti non commerciali non in regime di impresa. La nuova formulazione della conferma l’aliquota dell’imposta sostitutiva da corrispondere in sede di rivalutazione (16%).

La norma consente di rideterminare il costo fiscale dei terreni e delle partecipazioni con la prospettiva di una minore (o nulla) plusvalenza all’atto della successiva cessione. L’imposta sostitutiva non si applica sull’incremento di valore del bene ma sull’intero costo rideterminato a seguito di una perizia di stima.

Gli adempimenti necessari previsti per la rivalutazione sono
  • la redazione di un’apposita perizia giurata da un professionista abilitato (per le partecipazioni, dottori commercialisti o revisori legali dei conti; per i terreni, ingegneri, architetti, geometri, agronomi);
  • il versamento dell’imposta sostitutiva (o prima rata) con il modello F24 (codici tributo 8055 per le partecipazioni e 8056 per i terreni);
  • l’indicazione nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui la rivalutazione è stata eseguita i dati relativi alla rideterminazione del valore delle partecipazioni e dei terreni.

La rivalutazione si considera perfezionata con il versamento dell'imposta sostitutiva dovuta (o della prima rata). Per l’anno 2024, il termine per il versamento dell’imposta sostitutiva e per l’asseverazione della perizia di stima è il 30 giugno 2024. Il versamento può essere effettuato in un’unica soluzione o in tre rate con scadenza il 30 giugno 2024, 30 giugno 2025 e 30 giugno 2026 ed interessi nella misura del 3%.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/06/2024

Bilanci degli ETS, deposito entro giugno

Entro il 30 giugno 2024 gli enti del terzo settore devono depositare il bilancio dell’anno 2023 all’interno della piattaforma RUNTS, unitamente al verbale di approvazione da parte dell’assemblea dei soci (convocata nei termini previsti dallo ...
 
 

17/06/2024

In arrivo lettere di compliance per aiuti di stato 2020

L’Agenzia delle Entrate sta inviando specifiche comunicazioni dedicate alle anomalie riscontrate alla mancata registrazione degli aiuti di Stato / “de minimis” nei registri RNA, SIAN, SIPA a seguito dell’indicazione, nel prospetto “Aiuti di Stato” ...
 
 

12/06/2024

Definizione agevolata dei PVC

Il contribuente che riceve un processo verbale di constatazione (“PVC”) può scegliere di definire le violazioni accertate con sanzioni particolarmente ridotte, secondo quanto previsto della riforma dell’accertamento (Dlgs n. 13/2024). La novità si ...
 
 

11/06/2024

Cedolare secca per l’immobile abitativo locato ad una impresa

Per la Cassazione il locatore persona fisica "privato" può optare per l'applicazione della "cedolare secca" anche per i contratti di locazione di immobili abitativi stipulati con imprese, sempreché sia rispettata la destinazione ad uso abitativo ...
 
 
 
Contattaci