07/11/2022

Acconti 2022 entro il 30 novembre

Il prossimo 30 novembre scade il termine di versamento del secondo acconto delle imposte dirette e dell’IRAP dovute per il periodo di imposta 2022.

L’acconto può essere determinato utilizzando:
  • il “metodo storico”: il versamento si determina applicando una percentuale alle imposte determinate per il precedente periodo d’imposta (2021);
  • il “metodo previsionale”: il versamento dovuto può essere ridotto qualora si ritenga che le imposte dovute per il periodo d’imposta 2022 siano inferiori rispetto a quelle del precedente esercizio, ad esempio a causa di rilevante riduzione del reddito imponibile. Se il conteggio dovesse rivelarsi errato ed il versamento insufficiente, l’Agenzia delle entrate calcolerà le sanzioni sul minor versamento effettuato, salvo ravvedimento operoso.
Si ricorda che il versamento del secondo acconto dovuto per imposte e contributi non può essere rateizzato, ma è possibile compensare quanto dovuto con eventuali crediti.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Andrea Pircher

Dottore commercialista
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

31/01/2023

Regime forfettario, requisiti

Con l’inizio dell’anno, e a seguito delle recenti novità introdotte, è consigliabile verificare i requisiti che consentono di mantenere il regime forfettario anche nell’anno di imposta 2023 o di accedervi per la prima volta. Possono accedere al ...
 
 

31/01/2023

Scadenziario febbraio 2023

I titolari di partita IVA hanno l’obbligo di presentare il modello F24 esclusivamente con modalità telematiche; per soggetti privati è possibile presentare il modello F24 in forma cartacea solo se non sono presenti compensazioni.
 
 

25/01/2023

Tasso di interesse legale al 5% dal 2023

Dal 1° gennaio 2023, il tasso di interesse legale viene innalzato dall’1,25% (attuale) al 5%. La modifica ha effetti anche sul piano fiscale e contributivo, in particolare la modifica interessa:
 
 

24/01/2023

Regime forfetario e obbligo fattura elettronica

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti in regime forfettario è entrato in vigore il 1° luglio 2022 solo per i contribuenti che nell'anno 2021 hanno conseguito ricavi o compensi, ragguagliati ...
 
 
 
Contattaci