10/05/2022

Aiuti di stato “Covid”: autodichiarazione entro il 30 giugno

L’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità operative per la presentazione dell’autodichiarazione per il rispetto dei massimali degli aiuti di Stato rientranti nel “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19”.
La dichiarazione può essere inviata entro il 30 giugno 2022 esclusivamente con modalità telematiche direttamente dal contribuente o da un intermediario abilitato attraverso il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate o trasmettendo la comunicazione mediante i canali telematici dell’Agenzia delle entrate.

La dichiarazione deve essere presentata dagli operatori economici beneficiari degli aiuti previsti dalle norme agevolative che rientrano nel c.d. regime "ombrello" (articolo 1, commi da 13 a 15 del DL “Sostegni” n. 41/2021) per attestare che l’importo complessivo dei sostegni economici fruiti non superi i massimali previsti.

Nel caso in cui la dichiarazione sia stata già resa in sede di presentazione della comunicazione/istanza per l’accesso agli aiuti che già prevedevano l’autodichiarazione, la presentazione della dichiarazione sostitutiva “generale” non è obbligatoria, a meno che il beneficiario non abbia successivamente fruito di ulteriori aiuti tra quelli elencati nell’articolo 1 del DL “Sostegni”. In quest’ultimo caso, infatti, la dichiarazione va comunque presentata riportando i dati degli ulteriori aiuti successivamente goduti, nonché di quelli già indicati nella dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata.

La dichiarazione va comunque presentata quando:
  • il beneficiario ha fruito degli aiuti riconosciuti ai fini IMU senza aver compilato nella precedente dichiarazione sostitutiva il quadro C;
  • il beneficiario ha superato i limiti massimi spettanti e deve riversare gli aiuti eccedenti i massimali previsti;
  • il beneficiario si è avvalso della possibilità di “allocare” la medesima misura in parte nella Sezione 3.12, sussistendone i requisiti ivi previsti, e in parte nella Sezione 3.1, qualora residui il massimale stabilito.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Andrea Pircher

Dottore commercialista
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

25/01/2023

Tasso di interesse legale al 5% dal 2023

Dal 1° gennaio 2023, il tasso di interesse legale viene innalzato dall’1,25% (attuale) al 5%. La modifica ha effetti anche sul piano fiscale e contributivo, in particolare la modifica interessa:
 
 

24/01/2023

Regime forfetario e obbligo fattura elettronica

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti in regime forfettario è entrato in vigore il 1° luglio 2022 solo per i contribuenti che nell'anno 2021 hanno conseguito ricavi o compensi, ragguagliati ...
 
 

20/01/2023

Prestazioni sanitarie a privati e 730 precompilato, le novità

È prorogato anche al 2023 il divieto per gli operatori sanitari di emettere fatture elettroniche per le prestazioni sanitarie rese a persone fisiche (soggetti privati); per tali prestazioni devono essere emesse le fatture in formato cartaceo e i ...
 
 

19/01/2023

Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, proroga a fine gennaio

L’Agenzia delle Entrate ha prorogato ulteriormente il termine per la presentazione delle autodichiarazioni sugli aiuti di Stato. Questa può essere presentata entro il 31 gennaio 2023 anziché il 30 novembre 2022. Entro la nuova data è possibile ...
 
 
 
Contattaci