20/04/2022

Comunicazione delle operazioni legate al turismo

In deroga al limite dell'uso del contante, i commercianti al dettaglio e le agenzie di viaggio possono incassare in contanti gli acquisti effettuati da turisti stranieri non residenti in Italia entro il limite di 15mila euro.

In particolare, possono avvalersi di tale deroga
  • i commercianti al minuto e assimilati (art. 22, DPR n. 633/72) per i quali non sussiste l’obbligo di emissione della fattura (ad esempio, alberghi, ristoranti, ecc.);
  • le agenzie di viaggio e turismo ex art. 74-ter, DPR n. 633/72, che effettuano operazioni per la organizzazione di pacchetti turistici costituiti da viaggi, vacanze, circuiti “tutto compreso” e servizi connessi;
  • per le cessioni di beni e prestazioni di servizio effettuate verso turisti con cittadinanza extraUE / UE / SEE, non residenti in Italia.

A tal fine li esercenti devono:
  • inviare una comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate (telematica);
  • acquisire dal cliente fotocopia del passaporto del cliente e un’autocertificazione attestante la cittadinanza e la residenza (non italiana);
  • versare sul proprio conto corrente, il primo giorno feriale successivo all’operazione, le somme incassate e consegnare alla banca la fotocopia del passaporto e della fattura/ricevuta/scontrino fiscale emesso;
  • inviare una comunicazione all'Agenzia delle Entrate per le operazioni di importo unitario oltre 1.000 euro e fino a 14.999,99 euro. La comunicazione delle operazioni legate al turismo per l’anno 2021 deve essere inviata entro la scadenza del 11 aprile 2022 (soggetti mensili) o 20 aprile 2022 (soggetti trimestrali), utilizzando il quadro TU del modello di “Comunicazione Polivalente”.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Andrea Pircher

Dottore commercialista
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

25/01/2023

Tasso di interesse legale al 5% dal 2023

Dal 1° gennaio 2023, il tasso di interesse legale viene innalzato dall’1,25% (attuale) al 5%. La modifica ha effetti anche sul piano fiscale e contributivo, in particolare la modifica interessa:
 
 

24/01/2023

Regime forfetario e obbligo fattura elettronica

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti in regime forfettario è entrato in vigore il 1° luglio 2022 solo per i contribuenti che nell'anno 2021 hanno conseguito ricavi o compensi, ragguagliati ...
 
 

20/01/2023

Prestazioni sanitarie a privati e 730 precompilato, le novità

È prorogato anche al 2023 il divieto per gli operatori sanitari di emettere fatture elettroniche per le prestazioni sanitarie rese a persone fisiche (soggetti privati); per tali prestazioni devono essere emesse le fatture in formato cartaceo e i ...
 
 

19/01/2023

Autodichiarazione Aiuti di Stato Covid-19, proroga a fine gennaio

L’Agenzia delle Entrate ha prorogato ulteriormente il termine per la presentazione delle autodichiarazioni sugli aiuti di Stato. Questa può essere presentata entro il 31 gennaio 2023 anziché il 30 novembre 2022. Entro la nuova data è possibile ...
 
 
 
Contattaci