28/11/2022

I clienti possono continuare a pagare i dispositivi medici in contanti

Gli ottici-optometristi nell’Unione fanno chiarezza

da sin. il presidente Luca Guerra, la vicepresidente Elke Dollinger e il coordinatore dei patronati/CAAF dell’Alto Adige Marco Pirolo.
Gli ottici-optometristi nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige hanno recentemente fatto chiarezza su un aspetto molto importante per i clienti: questi ultimi avranno ancora la possibilità di continuare a pagare in contanti i dispositivi medici – in questo caso gli occhiali da vista – senza per questo perdere il diritto a usufruire della consueta detrazione Irpef. Una notizia per la quale hanno espresso soddisfazione il presidente e la vicepresidente della categoria, rispettivamente Luca Guerra ed Elke Dollinger. Il tema è stato affrontato, e infine chiarito definitivamente, in un incontro con il coordinatore dei CAAF dell’Alto Adige Marco Pirolo. Di recente, erano giunte numerose segnalazioni relative ad alcuni CAAF dell’Alto Adige che non avrebbero riconosciuto la detrazione per gli occhiali pagati in contanti – con tutti i relativi disagi per i clienti. Un problema che, ora, dovrebbe appartenere al passato.

La legge di bilancio 2020 stabilisce infatti che, a partire dal 1° gennaio 2020, per poter usufruire della detrazione Irpef del 19 percento, occorre che il pagamento venga eseguito con versamento bancario o postale oppure mediante altri sistemi di pagamento tracciabili come quelli eseguiti con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. La norma prevede quindi che, per poter usufruire delle spese fiscali, le spese sanitarie debbano essere obbligatoriamente effettuate con strumenti tracciabili. Con il comma 680 dell’articolo 1, è però la stessa legge a prevedere delle deroghe e, nello specifico, la possibilità di eseguire il pagamento in contante senza perdere il diritto alla detrazione. In particolare, la disposizione non si applica alle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al servizio sanitario nazionale.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott. Pietro Perez

Categorie
Segretario di categoria
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 509
M: 335 377 500
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/01/2023

Prosegue l’offensiva digitale per il commercio altoatesino

Anche nel 2023, le piccole imprese altoatesine con fino a cinque collaboratori saranno sostenute nei loro sforzi di digitalizzazione. A tal fine, la Provincia ha stanziato i relativi sussidi, per ottenere i quali le aziende possono presentare ...
 
 

26/01/2023

Bolzano: “Serve un highlight in grado di portare visibilità!”

Si è tenuto di recente, presso il Comune di Bolzano, un incontro tra il presidente mandamentale dell’Unione per la città di Bolzano, Thomas Rizzolli, l’assessora comunale alle attività economiche, turismo e marketing urbano ...
 
 

26/01/2023

Gestori di distributori nell’Unione: in Alto Adige alta adesione alla protesta

Secondo i primi dati, in Alto Adige la partecipazione all’iniziativa nazionale di protesta dei gestori di impianti stradali è stata particolarmente elevata, soprattutto se confrontata ad altre situazioni simili in passato. “L’aver raggiunto una ...
 
 

24/01/2023

In Alto Adige il commercio di vicinato sarà ulteriormente incentivato e ampliato

Il finanziamento per il mantenimento dell’unico – ovvero per l’apertura del primo – punto vendita del commercio di vicinato sarà riproposto anche per quest’anno. Lo ha deliberato la Giunta provinciale in occasione della sua ultima seduta. Sarà anche ...
 
 
 
Contattaci