24/01/2023

In Alto Adige il commercio di vicinato sarà ulteriormente incentivato e ampliato

“Rivitalizzare il nostro territorio e i nostri centri urbani!”

Il presidente dell’Unione Philipp Moser.
Il finanziamento per il mantenimento dell’unico – ovvero per l’apertura del primo – punto vendita del commercio di vicinato sarà riproposto anche per quest’anno. Lo ha deliberato la Giunta provinciale in occasione della sua ultima seduta. Sarà anche innalzata la somma del contributo per il mantenimento. “La conferma di questa misura particolare è un segnale forte da parte della politica provinciale, che dimostra di aver compreso quale ruolo sociale e collettivo giochi il commercio al dettaglio nelle zone periferiche”, afferma soddisfatto il presidente dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige Philipp Moser. “Il commercio di vicinato garantisce non solo posti di lavoro a livello locale, ma funge anche da punto d’incontro per la popolazione, lega il potere d’acquisto al territorio e contribuisce quindi alla qualità della vita”.

“Nell’anno 2022 sono state 74 le aziende in tutto l’Alto Adige a ricevere un finanziamento complessivo di circa 800.000 euro per il mantenimento di un servizio di commercio di vicinato”, ricorda il presidente dell’Unione Moser.

“Un chiaro segno di come questo sostegno diretto sia richiesto e anche necessario per rafforzare la vitalità dei nostri centri urbani e delle zone rurali. Insieme alle altre attività legate al territorio, come la gastronomia e i servizi, il commercio crea centri urbani attrattivi sia per la popolazione che per gli ospiti”, conclude Moser.

I dettagli

Il livello di contribuzione per il mantenimento dei negozi locali esistenti è stato innalzato dall'attuale massimo di 9.000 euro fino a 11.000 euro. Se vengono offerti servizi aggiuntivi, questo contributo può essere aumentato di altri 1000 euro, passando dall'attuale massimo di 10.000 euro a un massimo di 12.000 euro. Questi servizi aggiuntivi possono essere la vendita di quotidiani e riviste, un servizio di consegna gratuita degli acquisti, la vendita di generi di monopolio, l'allestimento di me postazione multimediale con connessione a Internet e servizio di fotocopie, nonché servizi postali. Anche la vendita di prodotti alimentari altoatesini rientra tra i servizi aggiuntivi.

I criteri

Possono richiedere il contributo provinciale gli esercizi commerciali che esercitano il commercio al dettaglio in aree rurali o località con almeno 150 abitanti, che realizzano un fatturato medio IVA non superiore a 450.000 euro all'anno e che garantiscono un'ampia scelta di alimenti freschi e conservati e di beni di uso quotidiano.
Le richieste di misure speciali per le imprese di vicinato per l'anno 2023 possono essere presentate tramite la piattaforma “myCivis" a partire da febbraio.

 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Marcella Macaluso

Caposede Bolzano città
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 518
M: 366 7510 787
E-mail:
 
 
 
 
 

Patrick Volkan

Caposede Bolzano circondario
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 562
M: 338 6816 728
E-mail:
 
 
 
 
 

Dott. Walter Zorzi, MS

Caposede Burgraviato
Sede: Merano
 
T: 0473 272 521
M: 337 1608 154
E-mail:
 
 
 
 
 

Michael Kerschbaumer

Caposede Val d'Isarco
Sede: Bressanone
 
T: 0472 271 410
M: 335 74 45 668
E-mail:
 
 
 
 
 

Willy Marinoni

Caposede Val Pusteria
Sede: Brunico
 
T: 0474 537 722
M: 335 6422 124
E-mail:
 
 
 
 
 

Aaron Pircher

Caposede Val Venosta
Sede: Silandro
 
T: 0473 732 740
M: 335 1522 131
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/01/2023

Prosegue l’offensiva digitale per il commercio altoatesino

Anche nel 2023, le piccole imprese altoatesine con fino a cinque collaboratori saranno sostenute nei loro sforzi di digitalizzazione. A tal fine, la Provincia ha stanziato i relativi sussidi, per ottenere i quali le aziende possono presentare ...
 
 

26/01/2023

Bolzano: “Serve un highlight in grado di portare visibilità!”

Si è tenuto di recente, presso il Comune di Bolzano, un incontro tra il presidente mandamentale dell’Unione per la città di Bolzano, Thomas Rizzolli, l’assessora comunale alle attività economiche, turismo e marketing urbano ...
 
 

26/01/2023

Digitalizzazione delle piccole imprese

Le piccole imprese rappresentano una parte significativa dell'economia locale in termini numerici. L'accrescimento e lo sviluppo di competenze e servizi digitali sono inevitabili per la loro modernizzazione e competitività. In tal senso, i ...
 
 

26/01/2023

Gestori di distributori nell’Unione: in Alto Adige alta adesione alla protesta

Secondo i primi dati, in Alto Adige la partecipazione all’iniziativa nazionale di protesta dei gestori di impianti stradali è stata particolarmente elevata, soprattutto se confrontata ad altre situazioni simili in passato. “L’aver raggiunto una ...
 
 
 
Contattaci