17/10/2022

La posizione sull'Areale caserme di Silandro

“Per un paese di Silandro vivace, vitale e attrattivo!”

Foto: Facebook/dervinschger
Riguardo l’attuale discussione sulla demolizione del vecchio areale delle caserme a Silandro, prende posizione anche il direttivo mandamentale dell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige per la Val Venosta. “Relativamente a questo argomento, non vogliamo commentare la discussione in ambito politico, giuridico o edilizio; vogliamo però sottolineare le nostre richieste relative a un sano sviluppo del centro urbano”, afferma il presidente mandamentale dell’Unione Dietmar Spechtenhauser. Per quanto riguarda l’areale, non deve in nessun caso trasformarsi in un insediamento nel quale far nascere nuove superfici commerciali. Il motivo è presto detto: all’interno della zona pedonale ci sono già numerosi immobili sfitti che non devono essere trascurati se si vuole un sano sviluppo economico.

“Raccomandiamo anche nuovamente l’allestimento di uno spazio per il coworking e per l’attività del Basis. E sarebbe soprattutto importante che la Val Venosta dia vita a una scena di start-up mettendole a disposizione degli spazi adeguati nei quali svilupparsi”, auspica il direttivo mandamentale.

“Nonostante tutta la digitalizzazione, i nostri paesi vivono della loro attrattività e vivacità, nonché delle frequenze delle persone che vi si muovono e vi sostano. I nostri centri urbani devono poter attirare non solo gli insediamenti di giovani famiglie, ma anche le imprenditrici e gli imprenditori in grado di creare posti di lavoro e valore aggiunto. Affinché questa capacità dei nostri centri urbani – e quindi anche di Silandro – rimanga inalterata e in grado di rappresentare un punto di attrazione per le persone, servono le necessarie condizioni e premesse”, conclude il direttivo mandamentale dell’Unione.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Aaron Pircher

Caposede Val Venosta
Sede: Silandro
 
T: 0473 732 740
M: 335 1522 131
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

30/01/2023

Prosegue l’offensiva digitale per il commercio altoatesino

Anche nel 2023, le piccole imprese altoatesine con fino a cinque collaboratori saranno sostenute nei loro sforzi di digitalizzazione. A tal fine, la Provincia ha stanziato i relativi sussidi, per ottenere i quali le aziende possono presentare ...
 
 

26/01/2023

Bolzano: “Serve un highlight in grado di portare visibilità!”

Si è tenuto di recente, presso il Comune di Bolzano, un incontro tra il presidente mandamentale dell’Unione per la città di Bolzano, Thomas Rizzolli, l’assessora comunale alle attività economiche, turismo e marketing urbano ...
 
 

26/01/2023

Gestori di distributori nell’Unione: in Alto Adige alta adesione alla protesta

Secondo i primi dati, in Alto Adige la partecipazione all’iniziativa nazionale di protesta dei gestori di impianti stradali è stata particolarmente elevata, soprattutto se confrontata ad altre situazioni simili in passato. “L’aver raggiunto una ...
 
 

24/01/2023

In Alto Adige il commercio di vicinato sarà ulteriormente incentivato e ampliato

Il finanziamento per il mantenimento dell’unico – ovvero per l’apertura del primo – punto vendita del commercio di vicinato sarà riproposto anche per quest’anno. Lo ha deliberato la Giunta provinciale in occasione della sua ultima seduta. Sarà anche ...
 
 
 
Contattaci