30/05/2022

Mai pensato ad un accordo di riservatezza?

Quando una collaborazione va regolamentata

Di solito inizia con uno scambio di idee e poi si sviluppa in un progetto vero e proprio: quando si instaura una collaborazione tra imprenditori o aziende, un accordo di non divulgazione (detto anche non-disclosure agreement/NDA) può essere utile già nella fase iniziale. Con tale accordo, una parte si impegna nei confronti dell'altra a non divulgare o trasmettere a terzi le informazioni riservate di cui viene a conoscenza durante la collaborazione. In questo modo, ogni imprenditore può proteggere il proprio know-how, i documenti aziendali, i disegni, i progetti, ecc. che mette a disposizione della controparte. La consulenza legale nell’Unione Cooperativa servizi offre una consulenza individuale in materia, nonché l'esame e la stesura di accordi di non divulgazione.

Caratteristiche

L’accordo di riservatezza è un contratto stipulato tra due o più parti, in base al quale questi si obbligano a mantenere la riservatezza su una serie di informazioni prestabilite di cui vengono a conoscenza durante la collaborazione. Di solito tali contratti, in quanto autonomi, vengono stipulati prima di concludere altri contratti di collaborazione.

Contenuto
L’accordo di riservatezza deve contenere chiaramente l’oggetto, cioè le informazioni ritenute degne di essere protette. Può trattarsi di know- how aziendale, disegni, informazioni economiche, finanziarie o di tipo commerciale. Viene poi indicato il tempo per il quale tali informazioni devono ritenersi riservate. Questo infatti può essere previsto per un periodo limitato oltre al termine del contratto, oppure a tempo indeterminato. Solitamente nell’accordo viene anche indicato lo scopo per il quale le parti si scambiano le informazioni riservate.

Tipi di accordo
L’accordo di riservatezza può essere di tipo bilaterale o unilaterale. Con un accordo bilaterale entrambe le parti si scambiano informazioni riservate e si obbligano a mantenerle segrete. Si tratta di uno scambio reciproco di informazioni. Con un accordo unilaterale invece, solamente una parte passa informazioni all’altra, la quale deve obbligarsi a mantenere la segretezza sulle informazioni.

Violazione della riservatezza
Il mancato rispetto dell’accordo rappresenta un inadempimento contrattuale. In caso di violazione dell’obbligo di riservatezza può scattare una penale e la parte lesa può fare valere un risarcimento danno.
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Dott.ssa Lisa Baumgartner

Consulenza legale
Collaboratrice
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 423
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

07/12/2022

Certificazione per la parità di genere e vantaggi per le imprese

Secondo un ultimo studio eseguito dal World Economic Forum, nessun paese al mondo è ancora riuscito a colmare completamente i divari di genere. I paesi più avanzati in tal senso sono i paesi nordici come la Finlandia, Norvegia ecc.
Per ...
 
 

02/12/2022

Cambio prodotti: nessun obbligo nel commercio stazionario

Ho l'obbligo di cambiare i regali di Natale su richiesta dei clienti? Spesso i commercianti si rivolgono ai consulenti legali dell’Unione Cooperativa servizi con questa domanda. Per il commercio fisso e quello online si applicano regole diverse e ...
 
 

18/11/2022

Attenzione quando si ordina la merce nei locali commerciali

Di recente abbiamo richiamato all’attenzione quando si stipulano contratti per telefono, dato che a volte si tratta di raggiri tramite comportamento fraudolento. Si consiglia però, di prestare attenzione anche quando si stipulano contratti o si ...
 
 

15/11/2022

Attenzione alle truffe telefoniche su contratti internet

Sono aumentati di nuovo i casi nei quali aziende vengono contattate telefonicamente e persuase a stipulare dei contratti. Durante la telefonata, viene spiegato che si tratta della presenza della ditta su internet (es. iscrizione Google o simile) e/o ...
 
 
 
Contattaci