29/04/2022

Mascherine e Green Pass, novità dal 1° maggio

Con un emendamento al decreto Riaperture approvato dalla Camera e un’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza che anticipa gli effetti dell’emendamento, vengono stabilite nuove regole per le misure Covid a partire dal 1° maggio.

Mascherine
Le mascherine (di tipo FFP2) saranno obbligatorie fino al 15 giugno per tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza e per assistere a spettacoli al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, nonché per gli eventi e le competizioni sportive che si svolgono al chiuso.

Per i luoghi di lavoro la mascherina sarà fortemente raccomandata. Il datore di lavoro potrà liberamente mantenere l’obbligo di mascherina nell’esercizio del suo potere organizzativo al fine di garantire salubrità e sicurezza nei luoghi di lavoro.
A tal fine è necessario ricordare che qualche settimana fa i ministeri della Salute, del Lavoro e delle Attività produttive hanno rinnovato con le parti sociali i protocolli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. I protocolli prevedono l’impiego della mascherina: pertanto, tale disposizione, permarrà sino all’aggiornamento degli stessi.

Anche per negozi, supermercati, ristoranti, bar non viene prorogato l’obbligo di mascherina. Pertanto, le mascherine si potranno togliere, anche se vale la raccomandazione alla prudenza e al suo conseguente utilizzo nelle situazioni a rischio assembramento.

Altrettanto vale per uffici pubblici, banche, poste, musei, discoteche, nonché dal barbiere, dal parrucchiere, dall'estetista. Ma trattandosi di luoghi al chiuso «pubblici» o «aperti al pubblico» l’utilizzo è raccomandato.

Niente Green Pass per lavoro e tempo libero
Dal 1° maggio non sarà più richiesto il Green Pass per accedere a tutti quei luoghi dove fino al 30 aprile il certificato verde è obbligatorio nella sua versione “base” o “rafforzata”: bar e ristoranti al chiuso, aerei, treni, traghetti e pullman intra-regionali, palestre e piscine al chiuso, feste e cerimonie, convegni e congressi, discoteche e sale da gioco, cinema, teatri, concerti.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Patrick Volkan

Caposede Bolzano circondario
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 562
M: 338 6816 728
E-mail:
 
 
 
 
 

Dott.ssa Marcella Macaluso

Caposede Bolzano città
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 518
M: 366 7510 787
E-mail:
 
 
 
 
 

Dott. Walter Zorzi, MS

Caposede Merano/Burgraviato
Sede: Merano
 
T: 0473 272 521
M: 337 1608 154
E-mail:
 
 
 
 
 

Michael Kerschbaumer

Caposede Val d'Isarco
Sede: Bressanone
 
T: 0472 271 410
M: 335 74 45 668
E-mail:
 
 
 
 
 

Willy Marinoni

Caposede Val Pusteria
Sede: Brunico
 
T: 0474 537 722
M: 335 6422 124
E-mail:
 
 
 
 
 

Aaron Pircher

Caposede Val Venosta
Sede: Silandro
 
T: 0473 732 740
M: 335 1522 131
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

04/08/2022

Apprendisti, dalle lezioni a blocchi a quelle annuali

Un sondaggio condotto dall’Unione tra le aziende associate ha rilevato che, per gli apprendisti nel settore della vendita, la grande maggioranza delle imprese intervistate preferisce il modello delle lezioni annuali rispetto all’attuale suddivisione ...
 
 

03/08/2022

Il barometro dell’economia per il commercio

La rilevazione estiva del Barometro dell’economia dell’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano mostra una situazione ancora positiva per il commercio all’ingrosso altoatesino, con quasi nove imprese su dieci che ...
 
 

18/07/2022

La gastronomia chiede la riduzione delle commissioni per i buoni pasto

All'interno dell'Unione commercio turismo servizi Alto Adige si è formata la categoria della gastronomia. L’Unione è stata fondata nel lontano 1946 dal settore del commercio al dettaglio e nei suoi ormai 76 anni ha vissuto una ...
 
 

13/07/2022

Orari di apertura: “Serve un regolamento autonomo per l'Alto Adige!”

È positivo che questo argomento venga ripreso: questa la prima reazione dell'Unione commercio turismo servizi Alto Adige in merito al recente incontro dell'Assessore provinciale al commercio Philipp Achammer con il Ministro ...
 
 
 
Richiedi un preventivo