09/02/2021

EbK, anche nel 2021 misure straordinarie a sostegno dei lavoratori e delle aziende

Il presidente Sandro Pellegrini: “Un aiuto concreto per famiglie e imprese in Alto Adige”

Il presidente dell’EbK Sandro Pellegrini.
Per rispondere alle necessità di lavoratori e aziende generate dal perdurare della crisi economica legata alla pandemia di Coronavirus, l’Ente bilaterale per il settore terziario (EbK) mette anche per il 2021 a disposizione quattro prestazioni straordinarie specificamente mirate a sostenere il reddito di aziende e collaboratori. Due dei servizi sono rivolti alle imprese e due sono dedicati alle lavoratrici e lavoratori.

Soddisfatto il presidente dell’EbK Sandro Pellegrini che conferma gli aiuti già dati nel 2020: “Per l‘Ente lo sforzo economico è importante. Infatti, anche quest’anno il budget complessivo dedicato alle prestazioni straordinarie è di 500.000 euro.” Per quanto riguarda i dipendenti, le prestazioni sono costituite da un contributo straordinario genitorialità e da un contributo straordinario per la serenità abitativa. Entrambi sono versamenti una tantum, non cumulabili tra loro, che possono raggiungere un massimo di 250 euro. Il primo è rivolto a genitori lavoratori con figli fino a 16 anni non compiuti, mentre il secondo è pensato per aiutare nel pagamento di affitto o mutuo prima casa per lavoratori in cassa integrazione nel periodo 1° gennaio 2021 – 31 maggio 2021.

I servizi rivolti alle aziende riguardano invece la messa in sicurezza/sanificazione degli ambienti di lavoro e le spese per l’acquisto di computer per il lavoro agile/smart working dei dipendenti e per la digitalizzazione/presenza online dell’azienda. In questo caso i contributi possono arrivare a coprire il 40 percento delle spese sostenute dall’azienda, con un tetto massimo rispettivamente di 5.000 e 2.500 euro.

Termine ultimo di consegna per tutte le prestazioni straordinarie è il 15 giugno 2021.


“Con questi aiuti straordinari vogliamo dare un ulteriore segno di vicinanza alle famiglie e imprese in Alto Adige”, spiega il presidente Pellegrini, il quale ricorda che le prestazioni dell’Ente bilaterale possono essere elargite solo a coloro che pagano regolarmente i contributi Ebk nonché Ascom e Covelco.

Come previsto dal contratto collettivo nazionale, l’EbK è stato fondato a Bolzano nel gennaio 2000 come ente bilaterale territoriale dalle sigle sindacali ASGB commercio, Filcams/CGIL – AGB, Fisascat/SGB-CISL e UILTuCS/UIL – SGK insieme all’Unione commercio turismo servizi, e viene gestito pariteticamente da essi. Ulteriori informazioni sull’Ente bilaterale sono disponibili su www.ebk.bz.it
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

26/07/2022

“Sfruttare le sinergie e far crescere l’Alto Adige come location cinematografica”

I produttori cinematografici dell’Alto Adige si sono dati degli obiettivi comuni e hanno quindi deciso di dare vita a una specifica categoria professionale in seno all’Unione commercio turismo servizi Alto Adige. La rappresentanza di interessi ...
 
 

22/07/2022

“Trovate il coraggio di diventare imprenditori!”

Per promuovere l'imprenditoria giovanile in Alto Adige, l'Unione ha organizzato per la prima volta quest’anno, questa settimana, un evento speciale sul tema dell'imprenditoria dedicato ai giovani. In ognuna delle tre diverse serate, presso la sede ...
 
 

19/07/2022

Programmare in giallo blu

Vladislav, Maksym, Yana, Dariia, Nikita e Ihor: questi i nomi dei sei giovani ucraini per i quali Coding4Kids ha organizzato a Bressanone una settimana di programmazione in lingua ucraina. Poche settimane prima dell'inizio del programma estivo di ...
 
 

18/07/2022

La gastronomia chiede la riduzione delle commissioni per i buoni pasto

All'interno dell'Unione commercio turismo servizi Alto Adige si è formata la categoria della gastronomia. L’Unione è stata fondata nel lontano 1946 dal settore del commercio al dettaglio e nei suoi ormai 76 anni ha vissuto una ...
 
 
 
Richiedi un preventivo