12/10/2021

Privacy e Green Pass

Come ormai noto, a partire dal 15 ottobre il possesso del Green Pass sarà richiesto anche per accedere ai luoghi di lavoro. Il Green Pass contiene un QR Code che permette di verificarne la validità e l’autenticità. La verifica di questo QR Code comporta un trattamento di dati personali. I datori di lavoro, in qualità di titolari del trattamento, dovranno adottare misure di sicurezza idonee anche dal punto di vista della Privacy. Vale sempre il principio della minimizzazione dei dati, pertanto dovranno essere elaborati solamente i dati strettamente necessari ai fini della verifica del Green Pass. Il verificatore potrà e dovrà controllare soltanto i dati necessari e la presenza della spunta verde all’interno del QR Code, cioè la validità del pass, senza poter sapere sulla base di quale condizione il pass è stato rilasciato.

Il datore di lavoro, sempre in qualità di titolare del trattamento, dovrà informare i soggetti interessati tramite un adeguata informativa Privacy sulle finalità del trattamento dei dati effettuate tramite il controllo del Green Pass. Tale trattamento aggiuntivo, dovrà anche essere annotato nel registro dei trattamenti già redatto da ogni impresa.

Ricordiamo che la consulenza legale dell’Unione Cooperativa offre anche consulenze in materia di Privacy.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Jasmin Lumetta

Consulenza legale
Capoarea
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 422
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

18/12/2023

Buoni regalo: una guida chiara e semplice!

Il nuovo anno inizia spesso con una montagna di buoni regalo. E con essi tutta una serie di domande e incertezze. Cosa succede se il buono regalo scade prima di essere utilizzato? Chi può utilizzarlo? E che dire di cambi e rimborsi? Gli esperti di ...
 
 

21/11/2023

Mai più senza

Iniziative per il Black Friday e il periodo di Natale fanno sorgere spesso domande su garanzie e cambio merce. Ma anche per le lunghe telefonate degli operatori telefonici e le fatture aperte dei clienti sarebbe utile essere affiancati da un ...
 
 

09/10/2023

Whistleblowing: si avvicina il termine per l'adeguamento

Le aziende del settore privato con più di 50 dipendenti sono obbligate ad adeguarsi alla normativa prevista. Le aziende fino a 249 dipendenti hanno ancora tempo fino al 17 dicembre 2023; per le aziende più grandi, il termine per ...
 
 

26/09/2023

Videosorveglianza in azienda: come funziona?

Chi viene videosorvegliato va informato su modalità, finalità e tempistiche del trattamento dei dati. Le informazioni vanno esposte su appositi cartelli nei pressi dell’area videosorvegliata e devono risultare dall’informativa sulla privacy.
 
 
 
Contattaci