20/09/2022

Aumento dei prezzi dell’energia, l'Unione lancia l'allarme

Le aziende locali rischiano di chiudere i battenti!

Il presidente dell’Unione Philipp Moser, il vicepresidente Sandro Pellegrini (a sin.) e il direttore Bernhard Hilpold (a des.) in occasione dell’odierna conferenza stampa.
L’Unione lancia l’allarme: le aziende non sono più in grado di sopportare il peso dell’aumento dei costi dell’energia. L’Unione richiede interventi di sostegno immediati e urgenti da parte della politica, con l’obiettivo di salvare l’esistenza di moltissime imprese e posti di lavoro. Già diverse aziende – per esempio nel settore della gastronomia – stanno seriamente pensando alla sospensione dell’attività.

In occasione di una conferenza stampa dedicata al tema, l’Unione ha presentato la gravita della situazione sulla base di numeri e dati concreti nonché delle bollette energetiche di aziende locali (vedi lo specifico documento). Alla conferenza stampa, tenutasi oggi (martedì, 20 settembre 2022) in piazza Silvius Magnago a Bolzano, hanno preso parte il presidente dell’Unione Philipp Moser e il vicepresidente Sandro Pellegrini.

I numeri sono spaventosi: in Italia, nel 2022, i costi energetici, nei soli settori commercio, gastronomia e servizi, hanno raggiunto quota 33 miliardi di euro, il triplo rispetto al 2021 (11 miliardi) e più del doppio rispetto al 2019 (14,9 miliardi). A fronte di simili costi d’esercizio, lavorare ed essere redditizie è diventato impossibile anche per molte aziende altoatesine di questi settori. A essere colpiti con particolare forza sono tutto il commercio al dettaglio e il commercio all’ingrosso in ambito alimentare, i produttori di alimentari (panificatori, pasticceri, gelatieri, macellai) e la gastronomia.

L’Unione intende quindi sia evidenziare quanto siano fosche le prospettive per le aziende locali sia invitare la politica provinciale a studiare un immediato intervento di sostegno prima che, per le aziende, diventi troppo tardi.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 

Download

 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

01/12/2022

“Le iniziative natalizie creano una bella atmosfera!”

“Nonostante le molte sfide cui sono sottoposte economia e società in questo periodo storico, gli imprenditori guardano al vicino futuro con un leggero ottimismo”, assicura Christian Giuliani, presidente del mandamento Bolzano ...
 
 

28/11/2022

I clienti possono continuare a pagare i dispositivi medici in contanti

Gli ottici-optometristi nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige hanno recentemente fatto chiarezza su un aspetto molto importante per i clienti: questi ultimi avranno ancora la possibilità di continuare a pagare in contanti i dispositivi ...
 
 

24/11/2022

Nuovo direttivo per i liberi distributori

Walter Gasser (Mebo Sud), Richard Kompatscher (Mebo Rast), Theodor Lanthaler (EUM) e Haimo Staffler (Multi Energy) sono i componenti del nuovo direttivo dei liberi distributori nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige ...
 
 

23/11/2022

L’Unione al Congresso del commercio tedesco 2022 a Berlino

In occasione dell’edizione 2022 del Congresso del commercio tedesco tenutasi in questi giorni a Berlino, Alexander von Preen è stato eletto a grande maggioranza nuovo presidente della Federazione del commercio tedesco (HDE). Tra gli ...
 
 
 
Contattaci