02/09/2022

Prezzo energia: rincari ormai insopportabili per aziende e famiglie

L’Unione auspica lo sganciamento dall’energia e un tetto al prezzo del gas

I numeri sono spaventosi: nel 2022, in Italia, i costi energetici nel solo settore commercio, gastronomia e servizi hanno raggiunto quota 33 miliardi di euro, il triplo rispetto al 2021 (11 miliardi) e il doppio rispetto al 2019 (14,9 miliardi). “Non c’è dubbio che sia ormai a rischio l’attività, il lavoro e persino la stessa sopravvivenza di molte aziende! Ma anche le famiglie devono fare i conti con questa esplosione dei costi”, afferma il presidente dell’Unione Philipp Moser. Devono essere trovare subito soluzioni a breve, medio e lungo termine. Il presidente cita tre possibili approcci e interventi.

“Da un lato bisogna sganciare il prezzo dell’energia elettrica da quello del gas. Non è possibile che il primo dipenda per il 40 percento dal secondo, il quale trascina con sé il prezzo dell’energia in ogni fluttuazione”, spiega Moser. D’altra parte, serve anche un’immediata copertura dei prezzi del gas.

In questo senso bisogna lavorare a medio e lungo termine, creando le necessarie premesse e infrastrutture affinché l’Italia, ma anche l’Alto Adige, si renda il più autonoma possibile in campo energetico, cominciando per esempio dalla riduzione della dipendenza dalle forniture straniere – in particolare del gas. E, allo stesso tempo, bisogna investire con forza nell’energia alternativa.

Il presidente dell’Unione conclude invitando tutta l’economia altoatesina a intervenire in materia in maniera unita e coesa. “Questo tema è talmente decisivo per il nostro futuro, che richieste singole e approcci separati non avranno alcun risultato”, assicura Moser.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

05/12/2022

Orari di apertura nel commercio: “Serve una regolamentazione autonoma per l'Alto Adige!”

Il settore del commercio al dettaglio sta attraversando tempi turbolenti e impegnativi sotto molti punti di vista. Ne sono un esempio citato dall’Unione l'esplosione dei costi energetici, l'inflazione elevata e la carenza di ...
 
 

01/12/2022

“Le iniziative natalizie creano una bella atmosfera!”

“Nonostante le molte sfide cui sono sottoposte economia e società in questo periodo storico, gli imprenditori guardano al vicino futuro con un leggero ottimismo”, assicura Christian Giuliani, presidente del mandamento Bolzano ...
 
 

28/11/2022

I clienti possono continuare a pagare i dispositivi medici in contanti

Gli ottici-optometristi nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige hanno recentemente fatto chiarezza su un aspetto molto importante per i clienti: questi ultimi avranno ancora la possibilità di continuare a pagare in contanti i dispositivi ...
 
 

24/11/2022

Nuovo direttivo per i liberi distributori

Walter Gasser (Mebo Sud), Richard Kompatscher (Mebo Rast), Theodor Lanthaler (EUM) e Haimo Staffler (Multi Energy) sono i componenti del nuovo direttivo dei liberi distributori nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige ...
 
 
 
Contattaci