28/03/2022

Buoni carburante per dipendenti: fino a 200 euro non imponibili

La misura contro gli effetti della crisi ucraina

Il nuovo “bonus carburante” si affianca al limite generale di non imponibilità dei fringe benefit. Per il 2022, il dipendente potrà ricevere gratuitamente dall’impresa buoni benzina non imponibili fino a 200 euro. Inoltre può usufruire di altri fringe benefit non tassati sino al limite consueto di 258,23 euro. Eventuali buoni benzina riconosciuti oltre il limite di 200 euro dovrebbero concorrere al calcolo del suddetto limite.

Il “bonus carburante” è stato introdotto da poco con il decreto legge n. 21. Fa parte delle misure urgenti contro gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina. Il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro. Non concorre invece a formare il reddito di lavoro dipendente il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati se, complessivamente, di importo non superiore a 258,23 euro nel periodo d’imposta.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Josef Kaser

Paghe e diritto del lavoro
Capoarea CAO
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 450
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

27/03/2024

Nuove tabelle retributive per commercio e servizi da aprile

A seguito della recente firma del nuovo CCNL del commercio e dei servizi, pubblichiamo le tabelle retributive aggiornate. Le modifiche entreranno in vigore dal 1° aprile 2024. Esse riflettono gli attuali adeguamenti della struttura salariale.
 
 

22/01/2024

Aumenta l’indennità di congedo parentale

Già nell’ anno precedente, l'indennità di congedo parentale per un mese è stata aumentata dal 30% all'80% della retribuzione (per coloro che terminavano la maternità/paternità dopo il 31 dicembre 2022).
L'attuale legge di bilancio aggiunge ora ...
 
 

19/01/2024

Modifiche all’IRPEF per il 2024

Il DL n. 216/2023 dispone l’attuazione del “primo modulo” della Riforma fiscale e disciplina la revisione dell’IRPEF e delle detrazioni fiscali: il decreto prevede per l’anno di imposta 2024 la riduzione degli scaglioni di reddito (da 4 a 3) e delle ...
 
 

18/01/2024

Esonero contributi previdenziali per lavoratici madri

Per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026 alle lavoratrici madri di tre o più figli con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, è riconosciuto un esonero del 100% della quota dei contributi ...
 
 
 
Contattaci