10/10/2023

Forfettari, “anomalie” per i costi da indicare in dichiarazione

Lettere di compliance in arrivo per i contribuenti forfettari: con una comunicazione dell’agenzia entrate si invita il contribuente a verificare la mancata indicazione degli elementi informativi (obbligatori) richiesti in dichiarazione dei redditi. In particolare, le imprese devono indicare:
  • il numero complessivo di mezzi di trasporto detenuti a qualsiasi titolo per lo svolgimento dell’attività alla data di chiusura del periodo di imposta;
  • il costo sostenuto per l’acquisto di materie prime e sussidiarie, semilavorati e merci;
  • i costi sostenuti per il godimento di beni di terzi e i costi per acquisti di carburante per autotrazione.
  • I professionisti indicano l’ammontare delle spese sostenute nell’anno per i servizi telefonici, i consumi di energia elettrica e per carburanti.

La comunicazione da parte dell’Agenzia viene notificata a mezzo PEC e sarà possibile richiedere informazioni o segnalare alle Entrate eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti. Se la segnalazione comunicata risulta fondata, è possibile presentare una dichiarazione integrativa per correggere l’omissione.
Con uno specifico provvedimento annunciato dal Governo (a seguito delle criticità evidenziate da stampa specializzata e associazioni di categoria) viene stabilita la nuova scadenza del 30 novembre 2024 per l’invio dell’eventuale dichiarazione integrativa.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

17/05/2024

Adeguamento statuti ASD e SSD

Entro il 30 giugno 2024 le Associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) e le Società Sportive Dilettantistiche (SSD) hanno l’obbligo di adeguare il proprio Statuto sociale secondo la normativa prevista dal D.Lgs 36/2021. Le ASD/SSD che non ...
 
 

14/05/2024

Definito il “regime premiale” degli ISA

Con un recente provvedimento è stato definito il regime premiale per i contribuenti soggetti a ISA per l’anno 2023 (modello redditi 2024) che presentano elevati profili di affidabilità. 

 
 

09/05/2024

Dl Salva Conti, proroga per il ravvedimento speciale

Il ravvedimento speciale è stato esteso alle violazioni riguardanti le dichiarazioni validamente presentate relative all’anno di imposta 2022 e prorogato al 31 maggio 2024 il termine entro il quale rimuovere l’irregolarità / omissione. Lo stesso ...
 
 

08/05/2024

Nuove limitazioni per superbonus, crediti 4.0, ricerca e sviluppo

Il decreto “Salva Conti" introduce nuove disposizioni in materia di superbonus che limitano ulteriormente la possibilità di opzione per la cessione del credito / sconto in fattura. In particolare, vengono ora esclusi dalla deroga al blocco ...
 
 
 
Contattaci