16/08/2022

Notifica “digitale” degli atti della PA

Approvato il regolamento relativo alla nuova piattaforma per la notificazione degli atti della pubblica amministrazione.
Il decreto mira a rendere più semplice, efficiente, sicura ed economica la notificazione con valore legale di atti, provvedimenti, avvisi e comunicazioni a persone fisiche, giuridiche, enti, associazioni e ogni altro soggetto pubblico o privato “in alternativa alle modalità previste da altre disposizioni di legge, anche in materia tributaria”.

Come funziona
  • Le pubbliche amministrazioni aderenti effettuano la notifica caricando il documento sulla piattaforma e inserendo il codice fiscale e il domicilio digitale del destinatario.
  • Il gestore della piattaforma invia l’avviso di avvenuta ricezione al destinatario, comunicando l’identificativo univoco della notificazione.
  • Il destinatario (o un delegato) può accedere alla piattaforma (mediante SPID o CIE) e acquisire i documenti oggetto di notificazione.
A chi è sprovvisto di domicilio digitale, il gestore invierà l’avviso di avvenuta ricezione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indicante il mittente, l’identificativo della notificazione e le modalità con cui accedere alla piattaforma e ottenere la copia cartacea degli atti.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi. Consiglia questa news ai tuoi amici.
 
 
 

Il tuo interlocutore

 
 

Andrea Pircher

Dottore commercialista e revisore legale
Ufficio centr. contabilità e consulenza fiscale
Sede: Bolzano
 
T: 0471 310 311
E-mail:
 
 
 
 
 

Potrebbe interessarti anche
 

23/07/2024

Comunicazioni di anomalia per il modello IVA 2024

L'Agenzia delle Entrate sta inviando le comunicazioni per le anomalie riscontrate per il modello IVA 2024, invitando il contribuente alla regolarizzazione della posizione. In particolare, la comunicazione è collegata all'anomalia riscontrata tra:
 
 

18/07/2024

Crediti 4.0, verifiche in 30 giorni

In attesa di acquisire i dati relativi alle comunicazioni ex post effettuate al GSE, l’Agenzia delle Entrate sospende la compensazione per 30 giorni in presenza di crediti di imposta su investimenti 4.0. Si tratta in particolare dei codici 6936 ...
 
 

16/07/2024

Concordato preventivo biennale e decreto “correttivo”

Alcuni aspetti del concordato preventivo biennale saranno oggetto di modifica con l’approvazione di un nuovo decreto. Per il primo anno di applicazione il termine di adesione al concordato viene differito al 31 ottobre. Coincide con quello per la ...
 
 

11/07/2024

Concordato preventivo biennale

Con il nuovo concordato preventivo biennale i contribuenti potranno fissare per un biennio (anni di imposta 2024 e 2025), il reddito derivante dall’esercizio d’impresa o dall’esercizio di arti e professioni rilevante ai fini delle imposte sui ...
 
 
 
Contattaci